You need Flash player 8+ and JavaScript enabled to view this video.

Talweg della Val Ferret

Come gli Ambienti glaciali del Monte Bianco e la Val Ferret, anche il Talweg della Val Ferret rappresenta un vero scrigno della biodiversità. Si tratta di un "sistema naturale" che può essere definito unico per la Valle d'Aosta, un vero mosaico di habitat molto diversi tra loro, ma sempre strettamente dipendenti dall'elemento acqua. Greti e rive, paludi, torbiere e ambienti di sorgiva sono serbatoi importanti per la conservazione di specie igrofile molto rare o in pericolo di estinzione.
Questi particolari ambienti naturali della Val Ferret, costituiti da habitat diversi, alimentati da risorgive e da torrenti laterali che raccolgono le acque di fusione dei ghiacciai, si estendono lungo la piana alluvionale della Val Ferret, da Tronchey ad Arp Nouva, passando per Pra Sec, Lavachey, Frebouge e Ferrachet.
Si tratta di piccolissime aree, dove il delicato e precario equilibrio dipende dalla presenza dell'acqua e dove le torbiere sono gli ambienti più rappresentati con un 35% di copertura. Le specie botaniche più rare ed interessanti sono infatti piante idrofile e/o acquatiche, come l'Utricularia minor, pianta di ridotte dimensioni che vive in piccole pozze di acqua stagnante e si procura l'azoto catturando e digerendo piccoli organismi acquatici. Fra gli habitat di torbiera si inseriscono anche lembi di praterie in cui il suolo, pur rimanendo umido, non risulta così impregnato d'acqua e consente così lo sviluppo di una flora ancora più ricca e diversificata.

Naviga nel sito e scopri di più sulle riserve naturali e i parchi della Valle d'Aosta: su Vivavda troverai le descrizioni dettagliate per ogni area naturalistica, i sentieri suggeriti, le attività e le strutture ecosostenibili che aderiscono al progetto. 

Segui Vivavda anche su Facebook e su Youtube

 

Cosa fare

  • Trekking

    Una passeggiata brevissima alla portata di tutti all'interno del Talweg della Val Ferret parte dal parcheggio di Pra-Sec e segue il sentiero segnavia 29 per il primo tratto, poi prosegue, a destra, sul sentiero locale che conduce a Lavachey. Altri sentieri, che hanno come mete il Rifugio Elena, il Col du Grand e du Petit Ferret partono dall'Arp Nouvaz e nel primo tratto attraversano e costeggiano una parte del Talweg.

Scoprire l'area

Il momento migliore per visitare il Talweg della Val Ferret è l'estate (giugno - luglio), quando i fiori colorano le valli. Essendo un ambiente ricco di specie rare e in pericolo di estinzione, si raccomandano visite in piccoli gruppi, sempre lungo i sentieri tracciati e con particolare attenzione a questo fragile ecosistema.


Norme comportamentali

Ricorda, comunque, che puoi contribuire a conservare questi luoghi seguendo pochi semplici accorgimenti:

visita il Talweg della Val Ferret a piedi, con gli sci o con le racchette da neve, se possibile, non utilizzare i mezzi a motore, le imbarcazioni, i deltaplani, i parapendii o simili; per le mountain-bikes e gli animali da sella verifica se sono disponibili percorsi autorizzati avendo cura di rispettare chi cammina;

rimani sui sentieri segnalati, il calpestio rovina la fragile cotica erbosa e il substrato del bosco, in inverno, segui i percorsi consigliati per non disturbare gli animali che lottano contro il gelo e la fame;

osserva da lontano gli animali selvatici, non catturarli, non disturbarli, non dar loro del cibo e non fotografare i nidi occupati;

tieni il tuo cane al guinzaglio e sempre sui sentieri segnalati;

non raccogliere minerali e fiori;

non accendere fuochi;

porta i tuoi rifiuti a valle, dove è attivo il servizio di raccolta;

il campeggio è consentito solo per un bivacco notturno sopra i 2.500 metri, avendo cura di non lavare le stoviglie nelle acque di sorgente e negli specchi d’acqua ferma; i camper e le roulotte possono sostare nelle aree autorizzate, se disponibili.

Come arrivare

Talweg della Val Ferret: in treno

Numerosi treni giornalieri collegano la Stazione di Pré - St. Didier (linea Aosta- Pré Saint Didier) alla stazione di Aosta. Da Pré - St. Didier è organizzato un servizio di navette verso Courmayeur in coincidenza con gli arrivi e le partenze dei treni.

Talweg della Val Ferret: in autobus

Sono molti gli autobus che da Aosta e altre città del Piemonte, Lombardia e Liguria e dalla Francia raggiungono il comune di Courmayeur. Durante la stagione turistica invernale e estiva il servizio viene potenziato. In particolare, l'accesso alle valli laterali Veny e Ferret viene regolamentato e sono quindi aumentate le corse verso queste destinazioni, in partenza da Piazzale Retegno (loc. La Palud). Per raggiungere la Val Ferret è presente la linea di autobus Verrand - Courmayeur - La Palud - Planpincieux - Arp Nouvaz.

POSTEGGI
Si segnalano i seguenti parcheggi pubblici:
- Piazzale Monte Bianco (a pagamento; prima ora gratuita)
- Piazzale Grivel località Dolonne, nei pressi del Centro Sportivo (gratuito; sosta vietata il mercoledì mattina)
- Piazzale Retegno, località La Palud, nei pressi della Funivia del Monte Bianco e porta d'accesso alla Val Ferret (gratuito)
- Piazzale Volpi, all'uscita dell'autostrada e di fronte alle Funivie (gratuito)
- Piazzale Val Veny di località Entrèves (gratuito)

Codifica dell'accessibilità del sito

VIVA ha scelto di fornire a chiunque – giovane, adulto, anziano o diversamente abile – tutte le informazioni sui siti in modo da rendere autonomo il visitatore nella loro fruizione.
È stata quindi definita una “Codifica dell'accessibilità”.


Talweg della Val Ferret

Informazioni per raggiungere la località 1
Accessibilità dalle arterie principali 2
Parcheggi per disabili 2
Servizi igienici accessibili 1
Pannelli divulgativi 0
Pendenze (max 8%) 2
Larghezza percorso (min 90cm) 2
Fondo stradale 1
Zone di sosta ogni 10 m circa 1
Percorso messo in sicurezza 2
Manutenzione periodica 2

INDICAZIONI GENERALI VALORI(0 ÷ 3):
0 significa ASSENZA del parametro indicato
3 significa PRESENZA del parametro indicato, che si ritrova in condizioni ottimali
1 – 2 sono VALORI INTERMEDI: in linea generale indicano la presenza del parametro che si ritiene però suscettibile di miglioramento (1 è sufficiente, 2 vicino all’optimum)

Sentieri

Vedi sentieri :

VIVA suggerisce:

Percorso breve

Talweg

Itinerario molto breve, quasi in piano che si addentra nei Talweg della Val Ferret. Il fruitore potrà ammirare la flora particolare e rara di queste zone umide. E' assolutamente vietato per motivi di conservazione abbandonare il sentiero.

  • Dislivello: pochi metri
  • Tempo di percorrenza: 30 min
  • Segnavia:

Cosa vedere:

    • flora rara dei talweg
    • camosci, marmotte, aquila,…, rane
    • ghiacciai

Periodo di fruizione:da fine aprile a ottobre

Sentieri facili: percorsi che non presentano particolari difficoltà tecniche e dislivelli impegnativi. Possono essere affrontati interamente o per piccoli tratti, permettendo in entrambi i casi di entrare a contatto con la natura incontaminata scoprendone i ritmi, gli equilibri…

Sentieri medi: percorsi che possono essere affrontati in giornata, molto variabili quanto a dislivelli e difficoltà tecniche, permettono di raggiungere mete naturalistiche di grande effetto.

Sentieri lunghi: escursioni di più giorni che prevedono lungo il percorso la presenza di punti tappa e ristoro.

cartina Talweg della Val Ferret

SIC SIC IT1204032

Comune: Courmayeur

Superficie: 119,8 ha

Altitudine: 1.623 ÷ 1.790 m s.l.m.

Stazione forestale competente:
Pré-Saint-Didier

Attività nell'area

Tour all’ombra dei 4000

Tour all’ombra dei 4000
Le  cime più alte d’Europa, tra  paesaggi mozzafiato e natura senza confini

I Talweg della Val Ferret

 I Talweg della Val Ferret

Cicloescursione con mountain bike a pedalata assistita

VIVA consiglia i locali che appartengono alla rete “Saveurs du Val d’Aoste

Saveurs du Val d'Aoste

punti di interesse limitrofi